mercoledì 31 dicembre 2008

Pubblicità

Il 2008 delle auto elettriche

Per tutto quest'anno, il 2008, ho scritto, parlato e rifletttuto sulle auto elettriche. Grazie a tutti voi che mi avete seguito fin qui, tantissimi auguri di cuore a voi e alle vostre famiglie di un ottimo 2009, sperando sia l'anno in cui molti di noi potranno finalmente guidare un'auto elettrica.

L'ufficio Ice di Londra ha comunicato in questi giorni che il numero delle electric car vendute nei primi dieci mesi del 2008 in UK è più che dimezzato passando dalle 347 alle 156 unità. Il trend negativo ha avuto ripercussioni sui distributori londinesi di auto elettriche, e in particolare su Nice Car che dalla scorsa settimana è in amministrazione controllata... se queste sono le premesse per uno sviluppo della mobilità sostenibile, non andiamo bene.

Il 2008 delle auto elettriche: la Nice Car è finita in amministrazione controllata in UK.

mercoledì 3 dicembre 2008

Mini elettrica

Tra le tante auto elettriche che stanno facendo la loro comparsa negli ultimi mesi, grande curiosità ha destato il prototipo della Mini elettrica. La Mini E, così è stata infatti ribattezzata da BMW, mantiene inalterata la linea della Cooper S, pur perdendo i sedili posteriori e tubo di scarico. Solo due passeggeri infatti potranno godersi le sue prestazioni: 152 Km/h di velocità massima, 8.5 da 0 a 100 (molto simile a quello di una Cooper S a benzina) e 160 Km di autonomia. Per la ricarica sono necessarie solo 2.5 ore utilizzando un apposito caricatore, detto Wallbox. I primi 100 fortunati inizieranno a testare l'auto negli USA e nel Regno Unito. Certo che con soli 2 posti quest'auto perde gran parte del suo appeal. Staremo a vedere...

Mini elettrica

domenica 30 novembre 2008

domenica 23 novembre 2008

Il litio condiziona il futuro delle auto elettriche e la riduzione dei gas serra

I progetti per le nuove auto elettriche sono in avanzata fase di realizzazione, i prototipi sono apparsi nei Saloni dell'automobile, alcuni modelli sono già in vendita e la domanda da parte dei consumatori è in netta crescita. In pratica, stiamo parlando del futuro dell'auto, un settore in cui tutte le case stanno investendo somme colossali, e che ha anche un determinante risvolto ambientale: le auto elettriche hanno emissioni zero di anidride carbonica, il gas serra causa principale del riscaldamento globale.

Tutto ciò, purtroppo, rischia di essere vanificato dalla scarsità del principale componente delle batterie elettriche: il litio.

Il litio condiziona il futuro delle auto elettriche e la riduzione dei gas serra: è difficile e costoso estrarlo.Il litio è un metallo alcalino che pesa la metà dell'acqua. In sé non è rarissimo, si trova diffuso in gran parte delle rocce, ma è difficile trovarlo in quantità e in combinazioni chimiche tali da poter essere estratto senza costi proibitivi. E il 50% delle riserve conosciute sfruttabili di litio si trova in Bolivia, per la precisione nei laghi salati prosciugati sulle Ande e in particolare nel remoto Salar de Uyuni, la più grande distesa salata del mondo a 3.650 metri di quota, un'area ad alta protezione ambientale.

Le principali compagnie automobilistiche mondiali sono seriamente preoccupate. E anche gli ambientalisti...

martedì 11 novembre 2008

Auto elettriche pratiche

Questa piccola norvegese ha già raggiunto la praticità che ci auspichiamo dalle auto elettriche affinchè possano effettivamente prendere piede. Si ricarica di notte, offre un'autonomia di 200 Km nel ciclo urbano e raggiunge una velocità massima di 100 Km/h. Le batterie agli ioni di litio sono il cuore propulsivo di questa compatta cittadina. TH!NK city è al momento in commercio in Danimarca, Norvegia e Svezia, in attesa di iniziare le consegne in tutta Europa a partire dal 2010. Questa auto elettrica assomiglia a un simpatico rospo, non vi sembra?

Auto elettriche pratiche

venerdì 31 ottobre 2008

sabato 25 ottobre 2008

C'è anche l'India: Tata Indica elettrica

Anche la Tata, casa costruttrice nata in India, si lancia nel mercato delle auto elettriche: quella che potete vedere in foto è la nuova Tata Indica elettrica. L'auto nasce da una joint-venture con un produttore di batterie norvegese. La Indica EV è accreditata di 200Km di autonomia, sebbene non siano note le prestazioni e si presume il tempo di ricarica sia di circa 8 ore.

Niente di particolarmente rivoluzionario in questi dati. Più interessante è invece sottolineare la collaborazione con la norvegese Miljø. La concorrenza con un altro produttore norvegese, TH!NK, che ha già messo in commercio una quattro posti elettrica chiamata City, si annuncia già serrata. Sarà l'esperienza dell'indiano Ratan Tata a fare da ago della bilancia?

C'è anche l'India: Tata Indica elettrica

giovedì 23 ottobre 2008

Ecco la Smart elettrica

Il momento della Smart elettrica, seppure come prototipo sperimentale, è arrivato. Al momento disponibile solo nel Regno Unito per un ristretto panel di clienti, un centinaio, che avranno il privilegio di noleggiare gratuitamente la vettura per un anno. La Smart elettrica raggiunge una velocità massima di 120 Km/h e accelera da 0 a 60 in 5.8 secondi (scatto ideale in città). Il pacco batterie, fornito dalla Tesla Motors, consente un'autonomia di 140 Km con un tempo di ricarica inferiore alle 8 ore. La Smart afferma che è possibile lasciare in caricare l'auto quando si va al lavoro per poi ritrovarla carica prima di tornare a casa. Aspettiamo i primi test su strada...

Ecco la Smart elettrica

martedì 30 settembre 2008

lunedì 29 settembre 2008

Auto elettriche cittadine

Esistono auto elettriche pensate esclusivamente per i centri urbani. Disponibile in 5 modelli differenti, la IT è un veicolo a bassa velocità pensato per un utilizzo su strade urbane o in ogni caso con limite di velocità fino a 65 Km/h. La scelta dei modelli comprende: Sedan, Utility, Sport, Tropic o Van. Con una velocità massima pari a quella di un ciclomotore, il veicolo è equipaggiato di tutto l'indispensabile: parabrezza, fari anteriori e posteriori, specchietti retrovisori, sedili e cinture di sicurezza. Questa auto elettrica in Italia sarebbe omologabile solo come ciclomotore coperto, per l'appunto.

Auto elettriche cittadine

domenica 7 settembre 2008

Chrysler lancerà la sua auto elettrica nel 2010

La febbre dell’auto elettrica contagia anche Chrysler, che ha progetti allo stato avanzato per lanciare sui mercati globali, entro la fine del 2010, una vettura così alimentata.

Sono tre i veicoli elettrici che Chrysler ha in cantiere, realizzati grazie al contributo di Envi, una divisione che la stessa Chrysler creò un anno fa (il nome sta per “environmental”).

Chrysler lancerà la sua auto elettrica nel 2010: nella foto, la Dodge EV elettrica.

domenica 31 agosto 2008

lunedì 11 agosto 2008

Auto elettriche a corto raggio

Esistono auto elettriche pensate per un utilizzo frequente ma a corto raggio. Questa piccola e leggera autovettura a 2 posti è disponibile esclusivamente negli Stati Uniti, dove viene consegnata dirittamente sulla porta di casa agli acquirenti. La velocità massima di 65 Km/h non ne autorizza la circolazione al di fuori delle strade urbane. Le batterie al piombo-acido garantiscono un'autonomia di circa 80 Km. Il prezzo parte da 7.000€ e include la dotazione base di quattro ruote e il volante. Costo d'esercizio al chilometro? 2 eurocent. Auto elettriche e spartanità, un connubio vincente.

Auto elettriche a corto raggio

venerdì 1 agosto 2008

Gli inglesi vogliono le auto elettriche

Gli inglesi vogliono già le auto elettriche. Circa tre quarti degli automobilisti britannici considererebbe l'opzione di guidare un'auto elettrica, come rivelato da una recente ricerca di mercato.

Chi per ragioni ambientaliste e di mobilità sostenibile, chi per il crescente costo del petrolio e chi per non pagare la congestion charge, il 71% dei guidatori è disposta a prendere in considerazione l'alternativa delle auto elettriche. Tra gli intervistati sotto i 25 anni, la cifra sale addirittura all'81% mentre solo il 66% degli ultra 55enni è a favore del cambiamento.

Tra il campione di 1.082 guidatori, il 65% ha cambiato le proprie abitudini a causa della recessione e in nome del taglio dei costi familiari. Circa un quinto si dice disposto a cambiare l'auto, acquistandone una con consumi ridotti. In ogni caso la ricerca dimostra chiaramente che c'è un futuro per le auto elettriche e se c'è una terra promessa, questa non può che essere la Gran Bretagna.

Gli inglesi vogliono le auto elettriche

giovedì 31 luglio 2008

giovedì 24 luglio 2008

Chrysler lancerà le sue auto elettriche fra 5 anni

Il costruttore statunitense Chrysler si prepara a lanciare sul mercato le sue auto elettriche entro i prossimi 5 anni. Al momento è uno degli ultimi colossi dell'automobile a non aver ancora iniziato a sviluppare progetti sulla propulsione elettrica.

Il modello Envi, creato lo scorso settembre, è un veicolo in sviluppo che può viaggiare per 70 Km alimentato esclusivamente a batteria. Chrysler sta lavorando anche ad una gamma di veicoli ibridi che dovrebbero debuttare sul mercato a breve e rappresentare una via di mezzo prima del passaggio alle auto elettriche. Mi sembra una mossa tardiva visto il vantaggio già accumulato dalla Toyota Prius, per quanto rigurda le ibride e dalla Tesla Motors per le auto elettriche.

Crysler lancerà le sue auto elettriche fra 5 anni

lunedì 7 luglio 2008

Auto elettriche brutte

Fondata nel 2004 da Miles Rubin, la Miles Automotive è totalmente dedicata alla costruzione di auto elettriche brutte, ma a 0 emissioni. Tra i modelli al momento disponibili segnaliamo la tecnicamente interessante, ma anche un po' bruttina, ZX40. La XS500, un'auto elettrica berlina a 4 porte, è invece al momento in fase di sviluppo e consentirà di viaggiare alla velocità massima di 140 Km/h con una autonomia di oltre 200 Km con una sola ricarica. Il prezzo base per una ZX40 si aggira sui 10.000€, che possono poi essere ulteriormente ridotti grazie agli incentivi statali. Inizativa lodevole, ma il design lascia un po' a desiderare.

Auto elettriche brutte

lunedì 30 giugno 2008

giovedì 19 giugno 2008

Auto elettriche alla finlandese

Scopriamo ora alcune auto elettriche alla finlandese, Sähköautot–Nyt!, (che significa appunto "auto elettriche ora!"). La società no-profit punta alla conversione in auto elettriche di auto già circolanti. Invece di costruire auto da zero, preferiscono modificare Toyota Corolla. Superata la massa critica di 500 unità, il costo della conversione sarà pari a quello di una Toyota Corolla nuova alimentata a benzina.

Più che costruttore potremmo definire la Sähköautot–Nyt! come un facilitatore. Lo scopo principale è creare infatti un gruppo di acquisto che possa poi abbassare il costo unitario per singola batteria agli ioni di litio. Una volta che il kit di conversione sarà stato realizzato, la società farà anche da intermediario per l'acquisto del veicolo e indicherà un'officina dove poter effettuare l'operazione. L'idea mi sembra molto buona ma mi sembra difficilmente praticabile in realtà diverse da quelle dei paesi scandinavi...

Auto elettriche alla finlandese

lunedì 2 giugno 2008

Auto elettriche... all'inglese

Scopriamone un po' di più sulle auto elettriche inglesi. Sebbene costruita da una società americana, la GoinGreen è l'auto elettrica più diffusa nel Regno Unito. La piccola autovettura è omologata per 4 passeggeri e ha un costo accessibile (intorno ai 10.000€). Per una ricarica completa delle 8 batterie piombo-acido sono necessarie circa 8 ore. Queste auto elettriche in UK usufruiscono dell'esenzione dalla tassa di circolazione, possono parcheggiare gratis e sono già presenti in alcune città, tra cui ovviamente la capitale Londra, alcuni punti di ricarica. GoinGreen rappresenta già un incentivo ad un uso responsabile delle auto e della mobilità sostenibile. La vendita avviene dirittamente dal produttore al consumatore finale senza intermediari, consentendo significativi risparmi e mantenendo il prezzo competitivo. Dove comprare le auto elettriche e mostrare attenzione per l'ambiente? Adesso basta un click...

Auto elettriche inglesi

sabato 31 maggio 2008

domenica 18 maggio 2008

Chi ha detto che le auto elettriche sono noiose?

Questa graziosa creatura a 8 ruote rappresenta l'ultima creazione dell'università nipponica di Keio University e del Professor Hiroshi Shimizu. La Eliica, questo il nome dell'avveneristica auto, ha raggiunto l'eccezionale velocità massima di 370 Km/h sulla pista collaudi di Nardò, Lecce. L'obiettivo è di costruire un numero limitato di esemplari, circa 200, al fine di ottenerne l'omologazione su strada e poter ambire al titolo di auto elettrica più veloce prodotta in serie. All'interno vi è spazio per il guidatore e tre passeggeri e a regime il prezzo dovrebbe essere in linea con quello di una BMW serie 5. Di certo al momento c'è solo il costo del prototipo: per la modica cifra di 240.000€ e con un tempo di ricarica di 10 ore promette 200 Km d'autonomia. Sarà davvero questo il modo in cui le auto elettriche prenderanno piede? Io ne dubito fortemente...

Auto elettriche noiose

mercoledì 14 maggio 2008

La Tesla Motors apre un salone di auto elettriche

Il produttore di auto elettriche Tesla Motors ha aperto il suo primo salone a Los Angeles, oltre ad annunciare 4 nuove imminenti aperture volte ad avvicinare i clienti sui 5 maggiori mercati statunitensi.

La mossa potrebbe sembrare alquanto affrettata, visto che la produzione delle sue auto elettriche è iniziata solo 2 mesi fa e ci sono ben 900 ordini in arretrato. In realtà, la strategia prevede di iniziare a fornire immediatamente assistenza alle auto già circolanti, oltre che servire come punto di contatto con il prodotto.

Tesla, che al momento sta considerando di mettere in vendita una parte del pacchetto azionario al pubblico per finanziare gli ingenti investimenti, aprirà nel 2009 saloni a New York, in Florida e a Chicago. Chissà quando e se potremo ammirarne uno in Italia.

Tesla Motors

mercoledì 30 aprile 2008

martedì 29 aprile 2008

Con le auto elettriche si può dire basta al petrolio

Le auto elettriche sembrano una soluzione credibile per dire basta all'era del petrolio e accelerare verso il cambiamento.
Questa la conclusione emersa da una ricerca finanziata dal colosso petrolifero Exxon. Durante il 2008, recita, l'umanità consumerà 1.000 barili di petrolio ogni secondo di ogni singolo giorno. Più della metà viene utilizzato per la movimentazione di merci e persone. A questo ritmo non ci vuole molto ad immaginare come l'era dei combustibili fossili stia giungendo al crepuscolo.

Sembra evidente che automobili come la G-Wiz, l'auto elettrica più venduta nel Regno Unito, rappresentino la soluzione ideale per il colpo di grazia. Oltre alle zero emissioni, queste auto elettriche hanno dei costi di utilizzo bassissimi e beneficiano anche di parcheggi gratuiti, esenzioni da tasse varie e dalla congestion charge londinese.

La verità è che le auto elettriche sono invise in un'economia in cui le prime 6 compagnie al mondo operano nel settore dei prodotti petroliferi e 3 nell'industria automobilistica. C'è da auspicarsi forse che sia finalmente arrivato il momento della presa di coscienza o dovremo essere noi consumatori, con le nostre scelte, a costruire un futuro fatto di mobilità sostenibile?

Londra capitale delle auto elettriche

domenica 13 aprile 2008

Auto eletttriche in rampa di lancio

Economiche, a zero emissioni e con scarsa o nulla manutenzione: le auto elettriche cominciano ad esercitare tutto il loro fascino. Al momento il problema più grande riguarda l'autonomia dell'alimentazione elettrica, oltre al tempo di ricarica. In attesa che le grandi case automobilistiche scendano in campo, alcuni piccoli costruttori convertono già le auto a combustibile fossile in auto elettriche.

Ecco un brillante esempio della nuova tendenza. La società statunitense AMP ha già una serie di veicoli in pronta consegna già convertite in auto elettriche.
La Saturn Sky della General Motors, è una coupè a due posti prodotta in serie. Alimentata a benzina, può essere convertita dalla Advanced Mechanical Products in auto a sola trazione elettrica. Le prenotazioni sono già iniziate e le prime 300 auto saranno consegnate nell'area metropolitana di Cincinnati e nel nord del Kentucky. La Sky convertita può vantare una velocità massima di 150 Km/h, uno 0 - 100 in 5.8 secondi e una batteria al litio fosfato che garantisce un'autonomia di 230 Km, ad un costo chilometrico di soli 3 eurocent. Tutto quello che bisogna fare è fornire all'AMP una Sky in buone condizioni e, per soli 16.000€ più tasse, sarà trasformata in auto elettrica. Le prime consegne sono previste per l'inizio del 2009.

Auto eletttriche in rampa di lancio

martedì 1 aprile 2008

Tesla Roadster: fulmine a ciel sereno!

Finalmente ci siamo: la Tesla Roadster è da oggi la prima auto in produzione completamente elettrica ad alte prestazioni e con un buon raggio d’utilizzo. Nata dalla collaborazione con Lotus (l’auto infatti è la gemella siamese della Elise), è la prima auto di serie ad utilizzare batterie agli ioni di litio. Dotata di una linea molto aggressiva, è accreditata di una velocità massima di 201 Km/h e un’accelerazione da 0 a 100 in 3.8 secondi. La Tesla promette un’autonomia di ben 393 Km con una sola ricarica. Di certo è difficile immaginare che quest’auto possa rappresentare l’auto elettrica per tutti. Per portarsela a casa bisogna sborsare ben 84.000€ e preparare la presa di corrente in garage: per un pieno sono infatti necessarie 3 ore e mezzo. Cosa ne penso io? Sarebbe già un successo venderne un migliaio...

Tesla Roadster: fulmine a ciel sereno!

domenica 16 marzo 2008

Parlano di noi

Auto elettriche è un blog seguitissimo e citato da molti media online e offline.

Qui una lista non esaustiva di siti web e directory che citano questo blog.

Il Trovatore
DirectorySì
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog


Auto elettriche (UK) | madeaff@gmail.com
All rights reserved | Copyright 2010

mercoledì 5 marzo 2008

I tuoi links su questo blog

Auto elettriche blog web ring: si sarebbe detto così una 15ina di anni fa. Aspetto numerosi commenti e messaggi da altri blogger di auto, mobilità sostenibile, ecologia, ambiente. Scambiamoci link sui nostri blog, scaliamo i motori di ricerca.
L’Italia ha bisogno di notizie e informazioni serie sulle auto elettriche. Facciamo movimento di settore!

Scambio link con altri blog di auto. Fatevi sotto.

Vuoi acquistare un text link? Parliamone!
Tutti i dati saranno riservati e non ceduti a terzi.
madeaff@gmail.com


Auto elettriche (UK) | madeaff@gmail.com
All rights reserved | © 2010

giovedì 14 febbraio 2008

Pubblicità su questo blog

Auto elettriche è il più importante blog italiano sui veicoli elettrici e la mobilità sostenibile.
Il sito è completamente in lingua italiana e il pubblico è composto per la maggioranza di persone che hanno idea di risparmiare, contribuire alla salvaguardia dell'ambiente e acquistare un'auto elettrica. Ci sono però anche tanti appassionati che giornalmente ci visitano per restare aggiornati su ciò che accade nel mondo dell'automobile.
Auto elettriche offre la possibilità a potenziali partner commerciali di rivolgersi a questa tipologia di Clienti attraverso le sue pagine.

Parliamone!
Tutti i dati saranno riservati e non ceduti a terzi.
madeaff@gmail.com


Auto elettriche (UK) | madeaff@gmail.com
All rights reserved | © 2010

mercoledì 13 febbraio 2008

Termini e condizioni d'uso di questo blog

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Mi riservo il diritto rimuovere senza preavviso e a mio insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, non sono in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

Mi riservo, altresì, la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti.

Come autore di questo blog, non ho alcuna responsabilità sui contenuti dei siti in collegamento, sulla qualità o correttezza dei dati. Mi riservo la facoltà di rimuovere le informazioni, fornite da terzi, ritenute offensive o contrarie al buon costume. Auto elettriche non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile del loro contenuto. Prezzi, informazioni e foto sono utilizzati a scopo puramente indicativo.

Le immagini sono correlate agli argomenti di cui si scrive. Alcune, sono provenienti da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Qualora i soggetti proprietari fossero contrari alla pubblicazione non dovranno far altro che segnalarlo in modo da poter procedere ad una rapida eliminazione.

Tutti i nomi, prodotti, marchi, loghi, sono esclusiva dei rispettivi proprietari.


Auto elettriche (UK) | madeaff@gmail.com
All rights reserved | © 2010

sabato 12 gennaio 2008

Chi sono

Auto elettriche è un sito interamente dedicato alla mobilità sostenibile, ai cosidetti ZEV (Zero Emission Vehicles).

Ho realizzato questo blog animato da una smisurata passione per le auto elettiche; questo blog, infatti, non è legato in alcun modo a nessuna istituzione pubblica o privata. Tutte le immagini e i testi presenti in questo blog sono stati creati per puro scopo d'intrattenimento e divulgazione.
Se vuoi collaborare allo sviluppo del blog, contattami.


Auto elettriche (UK) | madeaff@gmail.com
All rights reserved | © 2010

venerdì 11 gennaio 2008

Teniamoci al corrente

Gentili lettori, l’idea di scrivere questo blog nasce prima di tutto dall’esigenza, che io stesso ho ravvisato, di saperne di più riguardo alle auto elettriche, dette anche ZEV (Zero Emission Vehicles). Dopo numerosi tentennamenti e ostruzionismi da parte delle lobby del petrolio, sembra ormai questa la strada più concreta per progettare e gettare le basi per una mobilità sostenibile nel prossimo futuro. Cercherò di pubblicare le notizie più interessanti sul mondo delle auto elettriche, sperando di poterne guidare una molto presto... buona lettura!