sabato 31 gennaio 2009

Pubblicità

mercoledì 21 gennaio 2009

Le auto elettriche nei film

In almeno un paio di film, si nota chiaramente l'utilizzo di auto elettriche: in Gattaca, un vecchio film di fantascienza del 1997, il regista Andrew Niccol ambienta in un futuro prossimo una strana storia di lotte di classe tra chi è nato programmato geneticamente e chi è nato con un patrimonio genetico naturale. Lo stile degli abiti, delle acconciature, l'architettura degli edifici e le carrozzerie delle automobili elettriche su cui viaggiano i protagonisti della pellicola, si rifà ai primi anni sessanta.

In Minority Report, noto film di fantascienza del 2002 con Tom Cruise e regia di Steven Spielberg, il 2054 raccontato è credibile: all'epoca, fu convocato gruppo di futurologi perché immaginasse un reale scenario tecnologico. Tra costoro v'erano esperti del MIT, del dipartimento di ricerca biomedica alla difesa Usa, di software e di realtà virtuale. Tra diavolerie di ogni tipo tra cui veicoli a propulsione magnetica che volano tra strade e palazzi, non mancano avveniristiche auto elettriche.

Le auto elettriche nei film

giovedì 15 gennaio 2009

Renault ZE

Renault Z.E. (acronimo di Zero Emissioni) rappresenta una gamma di concept car a propulsione interamente elettrica, della casa automobilistica francese Renault.

Il progetto Renault ZE, presentato nel 2008, consiste nella costruzione di una gamma di veicoli interamente a propulsione elettrica, con la promessa di garantire la totale assenza di gas di scarico inquinanti e di ridurre al minimo il rumore prodotto da queste auto elettriche.

Le auto elettriche Renault previste in produzione per il progetto Zero Emissioni di Renault sono 4 e saranno immesse sul mercato mondiale tra l'anno 2011 e il 2012: la Fluence ZE, la Kangoo ZE, la Twizy ZE, e la Zoe ZE.

Il concept della Kangoo, gamma Renault ZE.

venerdì 9 gennaio 2009

Auto elettriche secondo Mitsubishi

Ecco l'interpretazione personale della Mitsubishi sulle auto elettriche: presentata la i-MiEV, basata su un'auto già in produzione. La formula prevede 4 passeggeri, velocità massima di 145 Km/h e batterie al litio con autonomia di 160 Km e che possono essere ricaricate in mezz'ora all'80% della loro capacità tramite un caricabatterie dedicato. Se attaccata alla normale presa elettrica, richiede 6 ore per una carica completa. Il dato più impressionante però riguarda il costo chilometrico: Mitsubishi promette che la sua iMiev percorre oltre 16.000 KM con l'equivalente di 55€, calcolato al prezzo attuale dell'elettricità domestica nel Regno Unito. Se veritiero questo dato sarebbe strabiliante; so già che la sperimentazione inizierà nel Febbraio 2010 e Londra sarà una delle città pilota. Magari dovrei andare a provarla e riportarvi le mie impressioni.

Auto elettriche secondo Mitsubishi