giovedì 30 aprile 2009

Pubblicità

martedì 21 aprile 2009

Il cinese più ricco è un costruttore di auto elettriche

La BYD ha iniziato producendo batterie per prodotti elettronici nel 1995, per poi entrare nell'industria automobilistica nel 2003 concentrandosi sui veicoli elettrici.

L'azienda ha fatto un balzo in avanti impressionante, crescendo dell'800 per cento dopo che l'imprenditore americano Warren Buffet ha comprato il 10% della compagnia. La Byd non ha nemmeno risentito della crisi internazionale perché ha seguito lo sviluppo della scienza, della nuova energia, dell'innovazione e dell'ecologia.

Sembra proprio che costruire veicoli elettrici in Cina sia un affare senza precedenti, infatti il fondatore della BYD (Build your dreams), il 43enne Mr. Wang Chuan Fu, è al primo posto della speciale classifica degli uomini più ricchi in Cina. Attualmente il suo patrimonio personale è stimato attorno ai 5 miliardi di dollari americani.

Il cinese più ricco è un costruttore di auto elettriche

martedì 14 aprile 2009

Auto elettriche sconosciute: Toyota RAV4EV

Ho scoperto che negli USA circolano alcune speciali auto elettriche, le Toyota RAV4EV. In commercio tra il 1997 e il 2003, 328 esemplari conservano ad oggi la loro efficienza. La RAV4EV deriva dalla versione con motore a combustione interna (senza tubo di scarico, ovviamente), ha una velocità massima di 126 km/h e un'autonomia tra i 160 e i 190 km. Il pacco batterie si è dimostrato particolarmente affidabile. Alcuni di questi veicoli hanno raggiunto la percorrenza di 240.000 km con il pacco batterie originali. Come nel caso della EV1, nonostante il favore del pubblico, la produzione terminò nel 2002 e non certo per mancanza di acquirenti. Indipendentemente da Toyota infatti, il brevetto del pacco batterie EV-95 utilizzato per la RAV4EV, finì nelle mani di Chevron (colosso petrolifero). Dopo una battaglia legale e 30 milioni di dollari di risarcimento, la produzione delle batterie venne cessata. Ancora una volta un progetto di successo, questa auto elettrica Toyota, è stato accantonato per preservare gli interessi dei soliti noti...

Auto elettriche sconosciute: Toyota RAV4EV

sabato 4 aprile 2009

L'auto elettrica in Germania

Il cancelliere tedesco Angela Merkel nominerà un commissario per la "mobilità elettrica" per promuovere lo sviluppo di auto elettriche. Il Ministero dell'Economia e il Ministero dei trasporti saranno gli organi di governo investiti dell'autorità di Governo per raggiungere l'obiettivo di un milione di auto elettriche in Germania entro il 2020. Evidentemente l'industria della Germania ha accolto con favore la decisione, al contrario di quella petrolifera.

I tedeschi stanno puntando al trasporto con auto elettriche in Germania? Forse è ancora presto per emettere sentenze, fatto sta che il cancelliere tedesco Angela Merkel ha anche dato l’annuncio di una particolare iniziativa della compagnia tedesca di elettricità RWE, rivolta proprio alla diffusione del trasporto elettrico.

Intanto i produttori di auto elettriche di Germania sono orgogliosi di presentare le loro ultime concept car elettriche ai vari motor show in giro per il mondo, ma i dubbi sull’impatto che queste potranno avere sul mercato di massa restano, al momento, intatti.

L'auto elettrica in Germania trionferà?